Progetto di Attività Assistita con Animali presso la Comunità Terapeutica Psichiatrica del Gruppo Redancia dal 2009 al 2011

Scopo del progetto: miglioramento della qualità della vita e lavoro specifico delle capacità nelle aree cognitiva, motoria, emotivo-comportamentale, relazionale e comunicativa di ragazzi ed adulti con patologie psichiatriche.

Obiettivi del progetto specifico:  incrementare la partecipazione attiva alle attività proposte, l’adeguatezza comportamentale, migliorare gli aspetti relazionali e affettivi con i cani e con gli operatori, le competenze cognitive e motorie rispetto al lavoro con i cani, aumentare i tempi attentivi (attenzione sostenuta), potenziare la memoria a breve e lungo termine, favorire l’orientamento spazio-temporale attraverso l’organizzazione, la realizzazione e conclusione di un’attività ludica con i cani, incrementare l’autostima attraverso momenti di gestione individuale del cane, favorire l’espressione dell’affettività durante momenti di raccoglimento, ridurre le stereotipie motorie e/o verbali, l’ecolalia immediata e differita, diminuire i comportamenti antisociali, lavorare sugli aspetti relativi alla comunicazione specie-specifica e interspecifica, ridurre l’isolamento e favorire comportamenti adeguati ai vari contesti.

Metodologia di intervento: attività individuali della durata di 30 minuti circa con cadenza bimensile, per una durata totale di 2 anni.

Risultati del progetto: miglioramento degli aspetti comportamentali, comunicativi, delle competenze motorie e cognitive; maggiore adeguatezza negli aspetti emotivo-relazionali e di socializzazione. Sostentamento delle autonomie della vita quotidiana con generalizzazione degli apprendimenti.