Progetto di Terapia Psicomotoria Assistita con Animali ® presso il centro diurno A.N.F.F.A.S. di Genova iniziato nel 2010 e terminato nel 2012.

Scopo del progetto: Un progetto di pet therapy si ipotizza per utenti disabili di varia natura e gravità per favorire il miglioramento della qualità della vita e degli aspetti di motivazione generali.

Il progetto di pet therapy psicomotoria per alcuni utenti del centro diurno “Falchetti” dell’A.N.F.F.A.S. è stato pensato per la valutazione degli spazi di miglioramento degli individui trattati attraverso questa specifica modalità, andando a lavorare su aree specifiche sulla base di un progetto  strutturato per ogni utente.

Obiettivi del progetto specifico: lavorare sulla rigidità comportamentale e motoria, sull’accettazione della vicinanza e del contatto fisico con il cane, favorire la comunicazione non verbale contestuale, strutturare un’attività intenzionale e di un lavoro in autonomia  per la gestione del cane, sviluppare l’aggancio visivo con il cane e con l’operatore volto a strutturare una comunicazione, sostenere ed incrementare l’attività condivisa, favorire lo scambio affettivo, sostenere la comunicazione verbale in relazione agli aspetti non verbali e renderla funzionale al contesto, favorire attività di grande movimento, strutturare lo scambio affettivo con modalità adeguate.

Metodologia di intervento: attività individuali della durata di 45 minuti circa con cadenza settimanale, per una durata totale di due anni. Le attività sono state svolte sia all’interno del setting specificatamente strutturato che all’esterno nel giardino circostante la struttura. Ogni seduta è stata videoregistrata per il monitoraggio della terapia e per poter mostrare a operatori e medici il lavoro e i miglioramenti ottenuti. Si sono svolte con i terapisti e l’equipe multidisciplinare delle verifiche su più livelli:

1) Diario dell’operatore aggiornato di volta in volta annotando gli aspetti più significativi emersi durante la seduta

2) Una  verifica ogni 6 mesi attraverso la visione del materiale video, raccolto dai terapisti , in presenza del Direttore Medico  e dell’Equipe Gestionale

3) Incontri di restituzione  con  l’equipe gestionale e gli operatori referenti dei ragazzi coinvolti nell’esperienza  svoltasi a fine progetto

 

Risultati del progetto: Attraverso questo progetto è stato possibile evidenziare potenzialità e punti di forza degli utenti  nelle diverse aree (ad esempio quella linguistico-comunicativa,) dando la possibilità di iniziare un percorso riabilitativo specifico (ad esempio un progetto di Comunicazione Aumentativa  per soggetti che non hanno capacità espressive verbali).

Gli obiettivi prefissati all’inizio del progetto sono stati raggiunti, anche per casi più gravi e apparentemente con minor margine di successo, con generalizzazione dei miglioramenti anche al di fuori delle sedute di attività assistita.

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Si rende noto che l’Associazione Italiana Pet Therapy - Società Cooperativa Sociale, in persona dell’amministratore unico, Sig.ra Alba Castellani,con sede in Silvano D’Orba (Al), Regione Bessica 3,ha assorbito a tutti gli effetti il nome, il logo e le attività svolte dall’omonima Associazione Italiana Pet Therapy (nata come Associazione di Volontariato nel 2002, con Presidente Spartia Piccinno, C.F. 95077820108 e Partita Iva 01621530995), Associazione sospesa nelle sue attività all’apertura della Cooperativa nel luglio 2011. Pertanto le Associazioni declinano ogni responsabilità penale civile e amministrativa per l'operato di...ALTRI, a qualsiasi titolo, non riconosciuti né autorizzatidalla Cooperativa e dall'Associazione Italiana Pet Therapysopra indicata con presidente Spartia Piccinno.

 

© 2017 Pet Therapy Italia